Bambini nervosi al rientro dalle vacanze? Ecco cosa fare

Come sappiamo, i bambini hanno bisogno della loro routine quotidiana, perché li aiuta a strutturare i propri ritmi biologici e a essere più tranquilli. Durante le vacanze estive, però, è normale perdere questi ritmi, poiché i anche i genitori sono in vacanza, ci si sposta di frequente, si va al mare, si sta con amici, i nonni e l’asilo nido non lo si frequenta per un bel po’. Ecco perché i bambini tendono a essere nervosi al rientro delle vacanze; hanno trascorso un periodo super felice, con mamma e papà,e hanno passato le giornate in modo diverso rispetto a tutto l’inverno, e ricominciare non è facile.

Come abituare i bambini  alle vecchie abitudini

Dopo le vacanze, i bambini a casa possono mostrarsi iperattivi, possono avere difficoltà ad addormentarsi oppure non avere molta fame. La cosa migliore da fare è rientrare dalle ferie qualche giorno prima del rientro a lavoro, in modo da dare al bambino un po’di tempo per ambientarsi di nuovo a casa e riprendere le proprie abitudini. I genitori dovrebbero cercare di avere un po’ di pazienza e far capire ai figli che presto ricomincerà il nido (o la scuola d’infanzia), parlandone positivamente. Sono da evitare espressioni che sottolineano l’obbligatorietà del rientro all’asilo. Non è il caso di dire al bambino che dovrà ricominciare  perché mamma e papà devono andare a lavorare, ma spiegare invece che le vacanze iniziano e finiscono per tutti i bambini e che poi ci si ritrova  al nido per giocare tutti insieme. La mamma  può anche proporre qualche attività che il figlio ha imparato all’asilo, per abituarlo nuovamente al clima del nido e fargli tornare in mente tutti i suoi amichetti.

Cosa fare per calmare il bambino

Se i vostri figli sono nervosi al rientro dalle vacanze, cercate di ripristinare le sue abitudini. Se non riesce ad addormentarsi la sera, cercate di scandire bene il giorno e la notte. La mattina e il pomeriggio favorite il gioco, mettete della musica allegra, mentre verso sera, cominciate ad acquietare la situazione, spegnete la televisione, abbassate le luci e proponete ai piccoli poche attività rilassanti, prima di andare a dormire, come la lettura di un libro. Inoltre, recuperate la routine del sonnellino pomeridiano, se non fosse stato mantenuto durante le vacanze, ma con gradualità. Qualche ora di riposo aiuta i piccoli a riposarsi fisicamente e a rilassarsi, recuperando la stanchezza dell’estate. Infine, evitate anche la televisione, il computer o il tablet la sera. Gli strumenti tecnologici, infatti, sono eccitanti per i bambini, stimolando questi ultimi a rimanere svegli, diventando così capricciosi quando arriva l’ora di andare a dormire.

Proseguire la vacanza anche a casa

Abituarsi nuovamente alle solite routine dell’inverno non è facile neanche per i genitori stessi. Per questo motivo, potete concedervi un weekend di relax, finché il tempo lo consente. Dedicate i fine settimana solo alla famiglia, come se le vacanze non fossero ancora finite. Inoltre, fate in modo di portare i vostri bambini all’aria aperta, in modo che possano stare con altri bambini. Le giornate a settembre sono ancora calde e soleggiate e se ne può approfittare per portare i piccoli in parchi e giardini, anche prima del rientro al nido.

Marianna Feo

Leave a Reply

Your email address will not be published.